Albania
Austria
Bulgaria
Croazia
Scandinavia
Germania
Macedonia
Montenegro
::Soggiorni Mare::
::Partenze di gruppo::
Polonia
Repubblica Ceca
Romania
Russia, C.S.I. e Repubbliche Baltiche
Serbia
Slovacchia
Slovenia
Turchia
Ungheria
Condizioni speciali e polizza assicurativa
Condizioni generali di contratto di vendita di pacchetti turistici
Condizioni di Polizza Assicurativa
Contratto di Viaggio
Liberatoria
 
 

 

 

1° giorno: ITALIA/TIRANA
Partenza con voli di linea per TIRANA.
Arrivo, trasferimento, sistemazione, cena e pernottamento in albergo.

2° giorno: TIRANA/OHRID
Prima colazione, visita della città: Piazza Skanderbeg, il boulevard, la Moschea ed il cimitero degli eroi, la Torre dell'Orologio. Pranzo e partenza per OHRID (km 140) attraverso ELBASAN. Arrivo in serata, sistemazione, cena e pernottamento in albergo.

3° giorno: OHRID/SV.NAUM/POGRADEC/BERAT
Prima colazione, visita del lago e della città: la più bella città della Macedonia, sicuramente una delle più affascinanti della Penisola Balcanica, dichiarata patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. Situata sulla sponda orientale dell'omonimo Lago di Ohrid a circa 700 mt. di altitudine. Il lago, appartenente per due terzi alla Macedonia e per un terzo all'Albania, richiama da sempre turisti da tutti i balcani per le sue spiagge e la sua cucina a base di pesce. Città, ricca di storia visto che nel suo territorio furono ritrovati antichi insediamenti illirici. Tra le cose da vedere in questa piccola ma splendida città il Duomo di S. Bogorodica Perivlepta, il Bazaar e la chiesa di Santa Sofia, la cui costruzione attuale risale all'anno 1035 circa con interessanti affreschi del XIV secolo e del Monastero di Sv Naum (sul confine fra Macedonia ed Albania). Partenza per BERAT (km 180). Pranzo a POGRADEC . Arrivo in serata, sistemazione, cena e pernottamento in albergo.

4° giorno: BERAT/DURAZZO
Prima colazione, visita della città dalle mille finestre e visita del castello situato all'interno della cittadella fortificata con il Museo Onufri. Il castello aveva tante chiese, delle quali ne sono rimaste meno di una dozzina, inclusa quella dentro il Museo Onufri, il più importante pittore di icone dell'Albania. Un maestro della pittura murale albanese del XVI secolo che ha decorato molte chiese in Albania ed in Grecia. Si prosegue con la visita della città vecchia: il Quartiere Mangalemi, la Moschea, il Ponte Gorica, il monastero e la nuova chiesa ortodossa.
Pranzo e partenza per DURAZZO (km 100).
Arrivo, visita della città: una delle città più antiche città dell'Albania fondata nel 627 a.C. che conserva rovine romane e fortificazioni bizantine. Di particolare interesse il Museo Archeologico, i resti di un impianto termale e dell' anfiteatro.
Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

5° giorno: DURAZZO/BUDVA
Prima colazione e partenza per BUDVA (km 190).
Arrivo, pranzo e visita della città: nel medioevo venne governata da re Serbi, da aristocratici del regno di Zeta e infine entrò a far parte dei domini della città di Venezia. La dominazione veneta durò per più di tre secoli fino a quando alla fine del XVIII secolo subentrarono gli Asburgo d'Austria che la conservarono fino al 1918, anno in cui entrò a far parte del regno di Yugoslavia. La città vecchia di Budva, caratterizzata da un'architettura tipicamente mediterranea, sorge su un'isoletta collegata alla terraferma da una lingua di sabbia che con il tempo si trasformò in penisola. È circondata da bastioni risalenti al XV secolo che formano un sistema di fortificazione medievale con porte, mura difensive e torri. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

6° giorno: BUDVA (Kotor)
Prima colazione, cena e pernottamento in albergo.
Intera giornata escursione con pranzo a KOTOR (città Patrimonio dell' UNESCO).
Visita della cittadina fortificata - nella parte sudorientale dell'Adriatico, seguendo i corsi dei fiume di una volta, si è formato il golfo Bocche di Cattaro. Nell'antico solco fluviale si sono formati dei bacini – Toplanski, Tivatski, Risanski e Kotorski, mentre nei punti di penetrazione del fiume antico si sono creati gli stretti – Kumborski e Verige. Questa regione è punto d'incontro del terreno carsico alto e basso e del mare, del continente e del mediterraneo, della civiltà d'Oriente e di quella d'Occidente.
La ricchezza dei monumento culturali e storici nell'intera zona delle Bocche di Cattaro testimonia il passato storico agitato, la presenta di diverse civiltà, culture e stili: scavi preistorici, epoca ilirica, antichità, epoca preroaman, romana, gotica, rinascimento, barocco. La città del golfo che per la sua bellezza e valore del suo patrimonio naturale e cultura è tutelata dall'UNESCO è Kotor: ha un passato lungo più di due millenni, durante il quale è sempre stato un centro culturale e politico importante della zona del Sud Adriatico, città di commercianti e uomini di mare. Oggi vanta di avere uno dei nuclei storici medioevali meglio conservati. All'ospite curioso di oggi si presenta particolarmente imponente con le mura della città che l'abbracciano dall'alto e vantano di essere le mura veneziane più lunghe di tutto il Mediterraneo. Le mura sono costruite dal IX al XVIII secolo e sono lunghe 4,5 km. In alcuni punti sono alte fino a 20 m, e hanno uno spessore da 2 a 15 m. Dall'alto delle mura la vista spazia su tutto il golfo. Tra i vari monumenti storici e culturali che si presentano al viaggiatore all'interno del centro storico, il monumento più importante è sicuramente la Cattedrale di San Trifone che fu consacrata nel lontano 1166 e che conserva le spoglie del santo già dal lontano anno 809. Oltre alla cattedrale, assolutamente da non perdere sono la chiesa di San Luca (XIII sec), la chiesa di Sant'Anna (XII sec), la chiesa di Santa Maria (XIII sec), la chiesa della Madonna della Salute (XV sec), il palazzo del Rettore (XVII sec), il teatro di Napoleone (XIX sec) e le bellissime piazze che sono punto di incontro delle viuzze che attraversano la città. Kotor è anche famosa per aver dato i natali a San Leopoldo Mandic, uno dei più grandi precursori ed apostoli dell'ecumenismo, già confessore a Venezia, Zara, Bassano del Grappa e Thiene e infine sepolto a Padova, città in cui aveva completato gli studi filosofici e teologici - e crociera attraverso le "Bocche di Cattaro" per la visita delle isole di Gospa od Skrpjela e S.Marco.

 

7° giorno: BUDVA (Cetinje e Podgorica)
Prima colazione, cena e pernottamento in albergo.
Intera giornata escursione con pranzo a CETINJE - vecchia capitale della Montenegro.
Visita della città - l'antica capitale del Montenegro, le cui origini risalgono al Signore della Zeta Ivan Crnojevic, che davanti all'invasione dei turchi abbandonò la città fortificata di Zabljak e la sostituì con il Campo di Cetinje. In quel luogo, nascosto nel terreno carsico quasi inaccessibile, costruì un palazzo reale nel 1482 e in seguito un monastero dove attualmente si trova la chiesa di Cipur. Così nacque la nuova capitale di Montenegro che prese il nome dal fiume Cetinja che attraversava il campo di Cetinje.
Purtroppo il Monastero Crnojevica fu distrutto dai Turchi nel 1692 e il nuovo monastero di Cetinje nella località attuale fu costruito dal vescovo Danilo nel 1701 con l'utilizzo di alcuni elementi del vecchio monastero. Fu distrutto per ben altre due volte e per ben altre due volte ricostruito (anno 1724) e tutt'oggi conserva tale aspetto. Nel monastero di Cetinje attraverso i secoli furono prese numerose decisioni importanti per il popolo e lo stato Montenegrino. Con la costruzione del pallazzo reale nella sua forma originale (1863), Cetinje comincia a prendere una fisionomia urbana. Vengono costruite rappresentanze diplomatiche, istituzioni culturali, scuole, centri sanitari, alberghi. Anche se oggi Cetinje non è più la capitale di Montenegro, è rimasta comunque il centro spirituale, educativo e culturale dello Stato e PODGORICA (la ex Titograd), situata sulle rive di sei fiumi, presenta le caratteristiche di una moderna città europea. È il centro metropolitano e amministrativo del Montenegro

8° giorno: BUDVA/PODGORICA/ITALIA
Prima colazione e trasferimento all'aeroporto di PODGORICA (km 70) e partenza per l'ITALIA.
Arrivo e fine dei servizi.

 

 

Quota individuale di partecipazione
Partenze da Roma o Milano
Minimo 15 partecipanti

18 Giugno

10 Luglio

13 Agosto

20 Agosto

3 Settembre

10 Settembre

995

Supplemento singola 240

Partenze da altre città: su richiesta

 

LA QUOTE COMPRENDONO:
• Viaggio aereo ROMA/TIRANA/ROMA con voli di linea
• Trasferimenti aeroporto/albergo/aeroporto in pullman con assistenza
• Sistemazione in alberghi di 3/4 stelle in camere doppie con servizi privati
• Tour in pullman con guida parlante italiano come da programma
• Ingressi
PENSIONE COMPLETA dalla cena del primo giorno alla prima colazione dell'ultimo giorno.
• Assicurazione infortuni e bagaglio.

LA QUOTE NON COMPRENDONO:
• Tasse aeroportuali.
• Bevande, mance, extra in genere e tutto quanto non espressamente indicato sotto la voce "La quota comprende"

 

 

ALBERGHI PREVISTI:

TIRANA: Hotel Tirana International, 4 stelle
OHRID: Hotel Belvedere, 4 stelle
BERAT: Hotel Tomorri, 3 stelle
DURAZZO: Hotel Adriatik, 4 stelle
BUDVA: Hotel Budva, 4 stelle

Gli alberghi indicati potranno essere
sostituiti con altri di pari categoria